Nematodi parassiti

I nematodi, o in realtà i nematodi (Nematoda), sono un tipo di cavità primaria protostomica animali in muta bilateralmente simmetrica.

Propagazione.I nematodi sono uno dei tipi più diffusi di animali che sono stati in grado di dominare un'ampia varietà di habitat - dalle comunità interstiziali (lo spazio tra i granelli di sabbia) e muschi fino al ghiaccio artico (comeTheristis melnikoviceCryonema crissumtrovato nello spessore del ghiaccio pluriennale nella parte centrale dell'Oceano Artico). I nematodi parassiti sono di particolare interesse per i ricercatori, anche per l'ampia varietà dei loro ospiti.

Piano di costruzione.Corpo fusiforme sottile, affusolato verso le estremità, rotondo in sezione trasversale. All'estremità anteriore c'è la bocca e dietro c'è la polvere (ano). All'esterno, il corpo è ricoperto da una cuticola elastica multistrato, una formazione non cellulare secreta dall'ipoderma. L'ipoderma, o epidermide, si trova sotto la cuticola. La muscolatura è rappresentata da uno strato di fibre muscolari longitudinali obliquamente striate. La cavità corporea primaria (schizocele), priva del proprio rivestimento epiteliale, è piena di liquido.

Apparato digerente.L'apertura della bocca all'estremità anteriore del corpo è circondata da sporgenze - labbra (di solito tre) e conduce alla faringe ectodermica muscolare con un lume triangolare. La faringe conduce nell'intestino medio endodermico da un singolo strato di cellule epiteliali colonnari. Il prossimo è il breve intestino posteriore ectodermico, che si apre con l'ano.

Apparato escretore.Gli organi escretori sono ghiandole unicellulari che hanno sostituito i protonefridi. Di solito c'è una ghiandola cervicale nella parte anteriore del corpo, da cui parte un breve dotto escretore. Ci sono anche "reni di accumulo" - organi fagocitari che accumulano prodotti metabolici insolubili che non vengono rimossi dal corpo.

Gli apparati circolatorio e respiratorio.Mancano questi sistemi. La respirazione avviene attraverso la pelle. È anche possibile il metabolismo anaerobico (scissione anaerobica del glicogeno in acidi butirrico e valerico nei parassiti).

Sistema nervoso.Il sistema nervoso è un tipo di scala dello stelo. È rappresentato da un anello nervoso e sei tronchi longitudinali. Due tronchi nervosi, che passano lungo le linee ventrale e dorsale, sono più potenti, collegati da ponti nervosi semicircolari (commessure).

Organi di senso.Ci sono papille e setole - organi del tatto, situati intorno alla bocca. Alcuni rappresentanti marini hanno occhi primitivi - macchie di pigmento. Gli organi del senso chimico, gli anfidi, hanno solitamente la forma di una tasca, di una spirale o di una fessura. Si trovano ai lati dell'estremità della testa e sono particolarmente ben sviluppati nei maschi, poiché aiutano a trovare le femmine.

Riproduzione e sviluppo.I nematodi sono animali dioici. Gli organi genitali interni sono accoppiati, hanno una struttura tubolare. La riproduzione è solo sessuale. Il dimorfismo sessuale è pronunciato: le femmine sono più grandi, nei maschi l'estremità posteriore del corpo è piegata. La fecondazione è interna, si verifica la viviparità. Durante lo sviluppo, i nematodi passano attraverso quattro stadi larvali, separati da mute, che sono accompagnati dallo spargimento della cuticola. Il terzo stadio in alcune specie (tra cui il famosoCaenorhabditis elegans) in condizioni sfavorevoli si trasforma nel cosiddetto stadio dauer - la larva a riposo.

Parassitismo.Attualmente, delle oltre 24. 000 specie di nematodi descritte, circa la metà sono parassitarie. Possono colpire quasi tutti i tessuti e gli organi: tessuti connettivi, muscoli, vasi sanguigni e linfatici, gonadi, organi sensoriali, nonché la cavità corporea, ecc. Tra questi ci sono sia ecto che endoparassiti di piante, vertebrati e invertebrati, compresi altri nematodi, e anche il più semplice.

Di seguito sono descritte le descrizioni dei rappresentanti più significativi dei nematodi dal punto di vista della parassitologia medica.

nematodi umani(Ascaris lumbricoides)

Aspetto. Il corpo, appuntito alle estremità, è di colore bianco-rosato. Dimensioni: maschi - 15-25 cm, femmine - 20-40 cm Il corpo è ricoperto da una cuticola flessibile a dieci strati che protegge dallo stress meccanico e dagli enzimi digestivi dell'ospite.

Propagazione.La specie è cosmopolita - è diffusa, ma in diversi paesi c'è una diversa percentuale di infetti. In Giappone, ad esempio, oltre il 90% della popolazione è infettata da ascaridi a causa dell'uso di escrementi umani come fertilizzante. Nelle zone con climi caldi e secchi, i nematodi sono meno comuni.

Ciclo vitale.Lo sviluppo procede senza cambio di proprietà. I vermi adulti parassitano l'intestino tenue, causando ascariasis. Una persona è solitamente colpita da diverse dozzine di nematodi (record - 900 pezzi). La durata della vita nell'intestino è di circa un anno. I nematodi sono dioici, come altri nematodi. Una femmina sessualmente matura depone circa 200 mila uova di forma ovale al giorno, che con le feci entrano nell'ambiente esterno. I nematodi appartengono ai geoelminti: per loro è obbligatorio lo sviluppo dello stadio larvale nel terreno. Se esposto a condizioni favorevoli (in terreno umido a una temperatura di circa 25 ° C e con sufficiente accesso all'ossigeno), nell'uovo si sviluppa una larva. Il periodo di sviluppo varia da 16 giorni a diversi mesi e dipende dalla temperatura dell'aria. Tali uova contenenti larve possono essere considerate invasive.

L'infezione si verifica quando le uova vengono ingerite con cibo o acqua, non c'è trasmissione diretta da persona a persona. Nell'intestino, le larve perforano la parete intestinale, entrano nei vasi sanguigni e nel fegato, quindi migrano attraverso la vena cava inferiore nell'atrio destro e nel ventricolo destro. Da quest'ultimo, lungo il piccolo circolo di circolazione sanguigna, le larve si spostano ai polmoni, dove dal sangue passano nelle vescicole polmonari, nei bronchi, nella trachea e nella cavità orale. Nella cavità orale si verifica un'infezione secondaria: le larve vengono ingerite, entrano nell'intestino e dopo tre mesi diventano sessualmente mature. Il processo di "maturazione" nei nematodi è associato alle mute (di solito ce ne sono quattro).

Il quadro clinico dell'ascariasis.Nella fase migratoria dell'ascariasis, c'è tosse (aiuta le larve a entrare nella faringe), dolore toracico, reazioni allergiche e febbre.

Nella fase intestinale si verificano danni alla mucosa intestinale e avvelenamento del corpo con prodotti metabolici tossici. Sintomi: nausea, vomito, disturbi delle feci, diminuzione dell'appetito.

Effetti a lungo termine dell'infezione: diminuzione generale delle prestazioni, disturbi del sonno. Quando i vermi strisciano nei dotti biliari e nel tratto respiratorio, è fatale. Inoltre, le larve di ascaridi possono entrare nel cervello (ad esempio, dalla vena cava inferiore a quella superiore, più avanti lungo il brachiocefalico), causando meningoencefalite, accompagnata da emicranie.

Prevenzione.Lavarsi le mani prima di mangiare e preparare il cibo. Lavare frutta e verdura. Anche le uova vengono trasportate dalle mosche, quindi la lotta contro questi Ditteri per mezzo, ad esempio, del velcro aiuta anche a prevenire l'ascariasis.

Fatto interessante.Esistono studi che mostrano gli effetti positivi dell'infezione da ascaride nell'alleviare i sintomi delle malattie autoimmuni e nell'aumentare la fertilità nelle donne. Gli scienziati attribuiscono questo all'effetto dei parassiti sul sistema immunitario che influenzano il livello delle cellule T nel corpo, ma al momento il meccanismo è troppo poco compreso per trarre conclusioni affidabili.

ossiuri(Enterobius vermicularis)

Aspetto.Nematode bianco grigiastro, maschi lunghi 2-5 mm, femmine 8-14 mm. La coda è appuntita (da cui il nome). All'estremità anteriore del corpo si nota un caratteristico gonfiore dell'esofago.

ossiuri

Ciclo vitale. . . Gli ossiuri parassitano la parte inferiore dell'intestino tenue e crasso, causando l'enterobiasi. La durata della vita è di 1-2 mesi. L'estremità anteriore degli ossiuri è attaccata alla parete intestinale. Una femmina sessualmente matura striscia fuori dall'intestino crasso attraverso l'ano e si posa sulla pelle vicino all'ano da 5 a 15 mila uova, dopo di che muore.

Il gattonare delle femmine è accompagnato da prurito. Quando si spazzola la pelle, le uova vengono trasferite alle mani e non solo. Anche le mosche sono coinvolte nel trasferimento delle uova. L'infezione si verifica quando viene ingerita. Le uova che entrano nell'intestino schiudono le larve.

Epidemiologia e quadro clinico dell'enterobiasi.L'enterobiasi è diffusa ovunque, soprattutto nei bambini a causa dell'inosservanza delle regole di igiene personale, dell'"affollamento" negli asili e nelle scuole. Si trasmette da persona a persona senza un ospite intermedio. Riduce l'effetto delle vaccinazioni.

Sintomi: dolore addominale, perdita di appetito, mal di testa, manifestazioni allergiche, prurito perianale (porta a disturbi del sonno, aumenta l'irritabilità).

Trichinella(Trichinella spiralis)

Descrizione.Piccolo nematode lungo 2-4 mm. Parassita nella mucosa dell'intestino tenue. Distribuito in Eurasia e Nord America.

Ciclo vitale.Per lo sviluppo di Trichinella è necessario un cambio di proprietario. Di solito si tratta di animali selvatici (volpi, lupi, orsi, cinghiali), oltre a persone e bestiame. Le femmine sono fissate con l'estremità anteriore del corpo nell'epitelio intestinale e danno alla luce 1-2 mila larve. L'ovoviviparità è caratteristica: la schiusa delle larve dalle uova avviene nel tratto genitale della femmina. Le larve vengono trasportate attraverso i vasi sanguigni e linfatici in tutto il corpo e si depositano nei muscoli striati. In questa fase, hanno uno stiletto, distruggono il tessuto muscolare con il suo aiuto, facendo sì che l'ospite formi una capsula, in cui si arrotolano in futuro. Dopo alcuni mesi, la capsula viene imbevuta di calce. Tale trichina muscolare può esistere per diversi anni e sopravvivere anche dopo la morte del proprietario e la decomposizione del suo cadavere.

Una volta nello stomaco del nuovo ospite (dopo aver mangiato il cadavere del precedente), le larve vengono liberate dalla capsula, penetrano nella mucosa e in un paio di giorni, dopo aver subito quattro mute, si trasformano in vermi adulti.

Il quadro clinico della trichinosi.Febbre, gonfiore del viso, dolori muscolari, reazioni allergiche.

Prevenzione.La trichinosi è trasmessa dal cibo, attraverso la carne contaminata. Pertanto, per prevenire la malattia, la carne deve essere sottoposta a un esame veterinario ed essere adeguatamente cotta, bollita per 2-3 ore. I metodi di cottura come l'affumicatura e la salatura non distruggono la Trichinella.

Vlasoglav(Trichocephalus trichurus)

Aspetto. . . Il verme è di colore biancastro, lungo circa 4 cm, l'estremità anteriore è assottigliata, simile a un pelo (da cui il nome).

Vlasoglav

Propagazione. . . Preferiscono i paesi con un clima umido e caldo.

Ciclo vitale. . . Il verme parassita nella sezione iniziale dell'intestino crasso, solo sugli esseri umani. Causa tricocefalia. La durata della vita in una persona è di diversi anni. L'estremità sottile penetra nello spessore della mucosa della parete intestinale. Si nutre di fluido tissutale e sangue.

La femmina depone 1-3 mila uova, che entrano nell'ambiente esterno con le feci. Come i nematodi, i tricocefali appartengono ai geoelminti: affinché le uova diventino invasive, devono rimanere nel terreno a una certa umidità e temperatura (25-30 ° C) per un mese. Successivamente, l'infezione si verifica quando le uova vengono ingerite, le larve emergono da esse nell'intestino dell'ospite, penetrano nei villi intestinali e crescono in esse per circa una settimana. Quindi, dopo aver distrutto i villi, escono nel lume intestinale, raggiungono l'intestino crasso, vi si fissano e raggiungono la maturità sessuale entro un mese.

Il quadro clinico della tricocefalosi.Il verme danneggia la mucosa dell'intestino crasso e provoca l'avvelenamento dell'ospite con prodotti di scarto. Vlasoglav è un ematofago, quindi può portare all'anemia. La tricocefalosi è accompagnata da dolore addominale, mal di testa e vertigini. Poiché il tricocefalo si attacca alla parete intestinale, è più difficile da rimuovere dall'ospite rispetto ad altri parassiti.

verme di Guinea(Dracunculus medinensis)

Aspetto.Nematode biancastro sottile, le femmine sono lunghe 30-120 cm, i maschi non superano i 4 cm C'è una piccola spina dorsale sulla coda.

Femmina adulta Rishta e larva in Ciclope

Propagazione:paesi tropicali dell'Asia e dell'Africa.

Ciclo vitale. . . L'infezione si verifica quando si beve acqua non bollita con copepodi. I crostacei nello stomaco muoiono sotto l'influenza dell'acido cloridrico, ma le larve del rishta sopravvivono e si diffondono attraverso il sistema linfatico in tutto il corpo. Quindi penetrano nella cavità del corpo, si liberano e raggiungono la pubertà. Dopo l'accoppiamento, il maschio muore e la femmina si sposta nel tessuto sottocutaneo, dove si forma un ascesso purulento, accompagnato da bruciore e dolore. L'acqua fresca è la cosa migliore per alleviare il dolore.

Lo sviluppo delle uova costringe la femmina a iniziare ad avanzare "testa" verso la superficie della pelle, lasciando sul suo cammino un processo infiammatorio che si trasforma in un ascesso purulento, che poi scoppia. L'utero della femmina, quando entra nell'acqua, scoppia e le larve schiuse dalle uova escono. Affinché lo sviluppo non venga interrotto, le larve devono infettare il crostaceo ciclope, che è un ospite intermedio. Quelle larve che rimangono nell'acqua muoiono. Dopo che i crostacei sono stati inghiottiti dall'ospite finale, sotto l'influenza dell'acido gastrico, i crostacei si dissolvono e le larve entrano facilmente nell'intestino, si fanno strada attraverso le sue pareti e finiscono nei linfonodi, dove il ciclo di sviluppo continua. La malattia causata da rishta è chiamata dracunculiasi.

dracuncoliasi. . . Il periodo di incubazione dura fino a nove mesi e termina quando la femmina raggiunge la pubertà. E in una persona che si è già ammalata di dracuncoliasi, in questo momento iniziano a formarsi ascessi purulenti. L'unica salvezza dal dolore è un serbatoio. Il sollievo è immediato, ma durante il contatto con l'acqua le bolle scoppiano e la rishta getta le larve nell'acqua. I crostacei li consumano e il ciclo vitale ricomincia.

Quando si tratta la dracunculiasi, viene spesso praticata un'incisione nel sito della vescica e il verme viene gradualmente estratto, avvolgendolo su un bastoncino. Ci vogliono giorni e talvolta settimane (il verme deve essere estratto lentamente e con attenzione in modo che non si rompa). È stato suggerito che la vista di una ferita di rishta su un bastone sia diventata una sorta di prototipo per il simbolo della medicina: il bastone di Asclepio, intrecciato con un serpente.

Rishta presa dalla gamba di una persona affetta da dracuncoliasi

Stringa Bancroft (filaria) o corda Bancroft(Wuchereria bancrofti)

Aspetto. . . Nematode filamentoso bianco, femmine lunghe 10 cm, maschi 4 cm.

Filaria Bancroft

Propagazione.Tropici, subtropicali di Asia, Africa, Centro e Sud America.

Ciclo vitale.Gli adulti si trovano solitamente nelle ghiandole linfatiche e nei vasi sanguigni, ostruendo il drenaggio linfatico e causando edema persistente. Le femmine producono larve - microfillaria notturna, che compaiono nel sangue periferico di notte e durante il giorno entrano in profondità nel corpo (nei vasi polmonari e nei reni). Ciò è dovuto al fatto che l'ospite intermedio sono le zanzare, che di solito succhiano il sangue la sera e la notte. Le larve entrano nello stomaco della zanzara, quindi nella cavità corporea, dove crescono, dopo di che si accumulano vicino alla proboscide, dalla quale vengono trasmesse all'uomo succhiando il sangue. I filamenti di Bancroft causano elefentiasi, o elefantiasi, o elefantiasi. Vale la pena notare che anche altri nematodi possono causare questa malattia.

Quadro clinico e trattamento dell'elefantiasi.C'è un aumento in qualsiasi parte del corpo a causa dell'iperplasia (crescita eccessiva dolorosa) della pelle e del tessuto sottocutaneo, che è causata da un ispessimento infiammatorio delle pareti dei vasi linfatici e congestione linfatica che si verifica a causa dell'ostruzione dei vasi linfatici da adulti di piante filamentose di Bancroft. La pelle della parte malata del corpo si ricopre di ulcere.

Il trattamento per l'elefantiasi mira a migliorare il deflusso di liquidi. L'uso di farmaci antielmintici è efficace. Nelle fasi avanzate, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Un paziente affetto da elefantiasi