Quali protozoi sono i parassiti umani?

Nel mondo dei parassiti pericolosi per l'uomo, il secondo posto per frequenza di occorrenza dopo gli elminti è occupato dagli organismi unicellulari più semplici. Non appartengono né a piante né ad animali, esistono solo a spese del proprietario. I parassiti più semplici di una persona, che popolano il suo corpo, mettono alla prova la forza dell'immunità e causano sempre inevitabilmente malattie (protozoonosi), che spesso hanno un decorso grave e lasciano gravi conseguenze per la salute. L'ampiezza dell'influenza degli "illegali" unicellulari sul corpo umano dipende dal loro tipo. Tutti loro sono oggetto di studio della parassitologia medica, più precisamente, della protozoologia.

Gli organismi unicellulari più semplici

Informazione Generale

Esistono circa 1500 specie di protozoi, la maggior parte dei quali sono parassiti. Questa è una cifra impressionante rispetto a trecento vermi conosciuti.

Nel corso dei lunghi secoli di evoluzione, i protozoi, come i vermi, hanno sviluppato il proprio sistema di sopravvivenza nel corpo umano. Quando si verificano condizioni sfavorevoli, scartano i veicoli e si trasformano in cisti: cellule rotonde con un guscio esterno denso che protegge dall'immunità e dagli antibiotici.

La trasformazione inversa in forme attive avviene dopo la cessazione dell'azione dei farmaci o quando le difese immunitarie dell'organismo sono indebolite. I parassiti e le cisti degli adulti possono risiedere in profondità all'interno dei tessuti, dove non c'è accesso ai meccanismi dell'immunità cellulare e ai farmaci. Sono anche in grado di vivere nel sangue, spesso parassitano gli organi interni del corpo umano e le sue cavità. Caratteristiche distintive dei protozoi parassiti delle creature multicellulari:

  • una cellula che funziona come un unico organismo grazie a un insieme di organelli che svolgono tutte le funzioni necessarie;
  • dimensioni microscopiche;
  • un ciclo di vita complesso, costituito da fasi che differiscono per forma e funzionalità;
  • singole fasi del ciclo del parassita possono avvenire nei corpi di ospiti diversi o nello stesso organismo, ma in tessuti diversi;
  • la capacità di muoversi con l'aiuto di dispositivi speciali (flagella, pseudopodi o escrescenze sotto forma di gambe);
  • possibilità di trasformazione in cisti;
  • Vari tipi di amebe
  • velocità di riproduzione - per la maggior parte dei parassiti protozoi, è caratteristica una semplice divisione longitudinale della cellula a metà.

I parassiti protozoi umani utilizzano semplici sostanze inorganiche dal canale alimentare dell'ospite per nutrirsi. Respirano ossigeno disciolto nel sangue e altri fluidi corporei, oppure sono anaerobi (ad esempio Giardia).

Impatto sul corpo umano

Non tutti gli organismi unicellulari che esistono nel mondo possono rappresentare un pericolo per l'uomo. Quale dei protozoi non è un parassita per l'uomo? Ad esempio, tutte le amebe (tranne l'agente eziologico della dissenteria), alcuni tipi di Trichomonas (tranne Trichomonas vaginalis). I veri parassiti tra i protozoi nell'organismo ospite agiscono in modo piuttosto aggressivo. Dal luogo della loro introduzione, penetrano nel flusso sanguigno e vengono consegnati a vari tessuti e organi, dove si depositano e si moltiplicano nel protoplasma delle cellule (ad esempio, il Toxoplasma si riproduce nei fagociti). Di conseguenza, la cellula colpita si gonfia, il nucleo al suo interno viene spinto alla periferia e gli organelli muoiono. Al posto della cellula precedente si forma una pseudocisti: questa è una formazione con un parassita all'interno. Quindi tali pseudocisti vengono distrutte, i parassiti sono nel sangue, il ciclo si ripete e possono spostarsi da un organo all'altro. Di conseguenza, l'infiammazione si sviluppa nei tessuti colpiti, cresce il tessuto connettivo (cirrosi, fibrosi). Spesso si verifica una degenerazione delle cellule danneggiate dal parassita con la sostituzione del materiale genetico, che porta alla comparsa di neoplasie benigne (polipi, cisti), che nel tempo possono trasformarsi in tumori maligni.

Classificazione

Tutti i protozoi parassiti umani, oltre alle caratteristiche comuni, presentano differenze che riguardano la struttura, il modo in cui entrano nel corpo e la malattia causata. Le caratteristiche delle principali varietà di parassiti unicellulari per una migliore percezione sono presentate come una tabella:

Classe di protozoi

Nome e malattia del parassita

Via di infezione, vettori

Manifestazioni cliniche

Stadio invasivo del parassita

Flagelli

leishmania,

leishmaniosi cutanea e viscerale

L'infezione avviene attraverso le punture di zanzare, i portatori possono essere persone e animali (cani), i portatori sono zanzare del genere Phlebotomus

La leishmaniosi cutanea è caratterizzata da lesioni cutanee con formazione di ulcere e focolai di necrosi. La leishmaniosi viscerale è un processo infiammatorio acuto negli organi interni con formazione di ulcere e sanguinamento.

Promastigote (forma mobile del parassita)

Giardia,

giardiasi

Via oro-fecale dell'infezione: mani sporche, cibo e acqua contaminati. Portatori - uomo e animali a sangue caldo; mosche, gli scarafaggi possono essere portatori

Infiammazione dell'intestino tenue dal tipo di enterite, reazioni allergiche (orticaria, asma), disturbi nervosi (tristezza, depressione)

Cisti di Giardia

Trichomonas,

tricomoniasi

È possibile solo la trasmissione sessuale tra le persone, l'infezione dei neonati - comunicazione tra madre e bambino durante il parto

Vulvovaginite, cistite nelle donne. Gli uomini sono asintomatici, potrebbero esserci manifestazioni di uretrite. In un decorso cronico, sono possibili complicazioni: oncologia, infertilità

Qualsiasi fase di sviluppo

tripanosoma,

tripanosomiasi - Malattia del sonno africana, protozoonosi di Chagas (tripanosomiasi americana)

Una puntura d'insetto o una trasfusione di sangue da una persona malata. I vettori possono essere persone e animali. Portatori - per la malattia del sonno mosca tse-tse, per la malattia di Chagas, insetto triatomico

Il danno ai linfonodi, al tessuto del fegato e della milza, grave patologia del sistema nervoso, può essere fatale

Forme tripanosomiali mobili

spore

toxoplasma,

toxoplasmosi

Via fecale-orale dell'infezione: mani sporche, latte crudo e carne; nell'utero da madre a figlio quando una donna viene infettata durante la gravidanza. Fonti di infezione - gatti domestici

Decorso asintomatico nella maggior parte dei casi con una forma latente e cronica della malattia. Decorso acuto - in pazienti debilitati, neonati con infezione intrauterina. Malattia pericolosa delle donne in gravidanza - aborti spontanei o nascita di bambini con deformità del sistema nervoso e degli occhi

cisti

Plasmodium malarico 4 specie,

malaria

Punture di insetti, trasfusione di sangue, infezione intrauterina del feto. I portatori dell'infezione sono gli esseri umani, i portatori sono le zanzare del genere Anopheles

Attacchi di febbre con brividi, possibili emorragie, gravi danni ai reni, al sistema nervoso, fino alla morte

stadio di sporozoite

ciliati

Balantidia,

dissenteria diabetica (balantidosi)

Via di infezione oro-fecale: acqua contaminata, verdure non lavate, carne di maiale poco cotta. Portatori - maiali, meno spesso cani, vettori - insetti a due ali

Infiammazione della mucosa nell'intestino crasso, che è accompagnata dalla formazione di ulcere, manifestata da diarrea con impurità di sangue e muco, sono possibili morti

cisti

Parassiti sarcodici

ameba di dissenteria,

amebiasi

Via oro-fecale dell'infezione: mani non lavate, cibo e acqua contaminati. La fonte dell'invasione sono le persone, i vettori sono scarafaggi e mosche.

La forma intestinale dell'amebiasi si manifesta con emocolite (diarrea con sangue) e vomito. La forma extraintestinale dell'amebiasi è caratterizzata da patologia acuta del fegato, del cuore, del tessuto polmonare e di altri organi. Possibile portatore asintomatico

cisti

Significato del problema

Più spesso di altri, Giardia, Toxoplasma, ameba e Trichomonas si trovano nell'uomo. Le più pericolose sono le simbiosi di protozoi parassiti che agiscono in coppia, ad esempio Toxoplasma e Trichomonas di alcune varietà. Il terzo in questo tandem è spesso la clamidia. Questa simbiosi di parassiti può causare lo sviluppo di patologie croniche dell'apparato respiratorio, cardiovascolare, organi visivi, denti, ecc.

È abbastanza facile essere infettati da malattie causate da protozoi, soprattutto nelle aree endemiche, così come in caso di mancato rispetto delle regole di igiene personale e cultura alimentare, ma è difficile curarle per l'impossibilità di utilizzare antibiotici e la bassa efficacia degli agenti farmacologici.

I sintomi delle protozoonosi differiscono nelle diverse fasi del ciclo di vita dei protozoi, la loro gravità dipende dallo stato del sistema immunitario umano, dall'entità dell'infezione e dalla localizzazione dei parassiti nel corpo. Le malattie causate dai protozoi hanno spesso manifestazioni aspecifiche, che complicano il processo di diagnosi e complicano il loro decorso. Gli scienziati hanno scoperto che i parassiti possono causare lo sviluppo di malattie umane come:

  • mastopatia, fibromi uterini nelle donne;
  • cirrosi epatica;
  • morbo di Parkinson, spondilite anchilosante;
  • encefalomielite, meningite;
  • danno amiloide ai reni e alle articolazioni;
  • osteocondrosi;
  • disturbi sessuali come impotenza, ecc.

È stato stabilito che molte malattie gravi e persino incurabili sono basate su un'origine parassitaria, quindi le più semplici devono essere trattate con serietà e attenzione.