Analisi del sangue per parassiti

I parassiti che vivono nel corpo umano causano disturbi di eziologia poco chiara. Può essere eruzioni cutanee, flatulenza, bruciore di stomaco, nausea, debolezza, anemia, dolori articolari. Per chiarire la diagnosi, dovrebbero essere eseguiti test speciali.

Parassiti che possono vivere nel corpo umano

Emoscopia una goccia di sangue per verificare la presenza di parassiti

Classificazione dei parassiti in base al loro tipo:

  1. lamblia,
  2. opisthorchis,
  3. echinococco,
  4. toxocars,
  5. trichinella,
  6. nematodi.

Per i rappresentanti di alcune professioni (per il personale di esercizi di ristorazione, istituti di assistenza all'infanzia), è richiesta un'analisi per le uova di vermi durante la stesura dei libri sanitari. La stessa analisi viene fatta dai bambini al momento del ricovero in asili e asili nido o nella sezione sportiva.

  • Il classico test per i vermi intestinali è l'analisi delle feci e il raschiamento rettale.
  • Ma ci sono diverse opzioni per esami del sangue più efficaci per i parassiti, su appuntamento e per metodo.

Studi classici per i vermi

Uno studio classico sui vermi che vivono nel tratto gastrointestinale (tratto gastrointestinale), ad esempio ossiuri, nematodi, è un'analisi delle feci e del raschiamento della mucosa dal retto. Ma un'analisi fecale una tantum potrebbe non mostrare risultati positivi, quindi è consigliabile eseguirla tre volte.

  1. Per l'analisi di feci e raschiature, viene utilizzato il metodo del coprogramma istologico (visualizzazione di sezioni del materiale al microscopio). L'efficienza della ricerca è di circa il 20%, perchéc'è una bassa probabilità che uova o larve di parassiti entrino nel materiale analizzato.
  2. Studi controversi sulla presenza di elminti, protozoi parassiti e funghi nel corpo sono metodi di elettroagopuntura. La loro essenza sta nell'ottenere risultati misurando le reazioni bioelettriche di punti attivi con elettrodi. A tale scopo vengono utilizzati dispositivi speciali. Molti medici sono scettici su questi studi.
  3. Il test più informativo per i parassiti è un esame del sangue.

Tipi di esami del sangue per i parassiti

Esistono diverse opzioni per gli esami del sangue per i parassiti: su appuntamento e per metodo. Ciascuno di questi metodi presenta vantaggi e svantaggi. A seconda del metodo utilizzato, esistono i seguenti tipi di esami del sangue:

  1. Saggio ELISA o immunoassorbente legato all'enzima;
  2. PCR o reazione a catena della polimerasi;
  3. Hemoscanning;
  4. Analisi del sangue sierologico.

ELISA, analisi per anticorpi e immunoglobuline

Questa analisi si basa sulla risposta immunitaria del corpo, il livello della sua risposta di difesa alle invasioni parassitarie. Quando, in risposta all'ingresso di un agente patogeno o solo di una proteina estranea nel corpo umano, gli anticorpi si formano nel suo sangue, vengono chiamati immunoglobuline.

  • Con l'aiuto dei risultati ELISA, è possibile determinare la presenza di elminti nel corpo e il loro tipo. L'accuratezza dello studio è molto superiore all'analisi delle feci.
  • Il metodo si basa sul conteggio degli anticorpi nel corpo contro un particolare tipo di parassita, determinando la loro relazione con antigeni estranei (risposta immunitaria) e la reazione enzimatica del corpo.
  • Complessi anticorpali: gli antigeni indicano la presenza di infezione.
  • Un esame del sangue con ELISA ha una precisione, secondo vari esperti, dal 60% al 90%, anche con un basso livello di invasione.
  • Il vantaggio del metodo, oltre all'elevato livello di accuratezza, è che il dosaggio immunoenzimatico può tracciare le dinamiche della malattia nel tempo.

Indicatori di analisi del sangue ELISA parassita

Un test anticorpale sembra un insieme di simboli per questi anticorpi, oppure sono chiamati immunoglobuline.

  • In totale, 5 di loro sono stati studiati: IgG, IgA, IgM, IgE IgD.
  • Nella medicina pratica, le prime quattro immunoglobuline sono importanti.

L'IgM è il principale marker nella fase acuta della malattia

IgM - l'immunoglobulina, che appare nella fase acuta della malattia, indica l'inizio dell'infezione.

  • appare nel sangue il quinto giorno,
  • rivelato dall'analisi dopo 6 settimane.
  • Quindi inizia a svanire rapidamente.

IgE - un marker, un indicatore di infezione da parassiti

IgE - l'immunoglobulina indica la presenza di parassiti o allergie nel corpo umano.

  • è un marker di processi associati alle allergie,
  • poco circola nel sangue, si basa su mucose, macrofagi e basofili,
  • partecipa alle risposte immunitarie all'infestazione da parassiti.

IgG - un marker di malattie e immunità passate

IgG - immunoglobulina, appare nel corso della malattia.

  • Le IgG persistono dopo la guarigione, per alcune infezioni per tutta la vita, come il morbillo, la rosolia e altre.
  • La rilevazione delle immunoglobuline G nel sangue indica che il corpo ha già incontrato questa infezione, con questo particolare patogeno.

Risultato ELISA per varianti immunoglobuliniche

Per varie combinazioni di pro e contro in un esame del sangue per i parassiti, si possono trarre le seguenti conclusioni:

  1. nessuna infezione - tutti gli anticorpi con un segno meno;
  2. stadio acuto - IgG (+/-), IgA (+ \ -), IgM (+);
  3. forma cronica - IgG (+/-), IgA (-), IgM (-);
  4. la presenza di immunità - IgG (+), IgA (-), IgM (-);
  5. esacerbazione di una malattia cronica - IgG (+), IgA (+), IgM (+)
  6. Se la malattia viene identificata e trattata, i valori negativi di tutti gli anticorpi verranno raggiunti solo sei mesi dopo il corso del trattamento, a volte dopo 1-2 anni.

Affidabilità dell'analisi ELISA

Il metodo ELISA fornisce un livello di confidenza del 90% per la diagnosi di infezione da nematodi, ossiuri (enteriobiosi), toxocara e altri che causano la formazione di immunoglobuline IgG nel sangue in grandi quantità.

  1. È possibile determinare la giardiasi dal valore separato e totale (OPd) del livello di anticorpi nel sangue.
  2. Un valore ODD superiore a 1 indica che l'infezione è presente o era,
  3. se il valore è inferiore a 0, 85, non ci sono lamblia.
  4. Se il valore è nell'intervallo, è consigliabile ripetere l'analisi dopo 2 settimane.

Questo metodo è caratterizzato da una serie di punti deboli. L'analisi consente di determinare il livello di anticorpi prodotti nel corpo per neutralizzare gli elminti e non i vermi stessi.

  • Pertanto, è possibile ottenere risultati falsi positivi e falsi negativi.
  • Ciò accade anche quando i pazienti assumono farmaci,
  • disordini metabolici e la presenza di malattie croniche correnti parallele.

Emocromo completo, cambiamenti nell'infestazione da parassiti

Puoi sospettare indirettamente la presenza di un'invasione eseguendo un esame del sangue generale. Poiché la presenza di vermi colpisce gli organi interni, i prodotti della loro attività vitale entrano nel sangue, modificandone la composizione. Un elenco parziale degli effetti dell'invasione sui parametri del sangue:

  • aumento dell'emoglobina;
  • indicatori ESR anormali;
  • eccesso di eosinofili del 20%;
  • anemia ghiandolare.

Se non ci sono altri motivi per tali deviazioni, è consigliabile includere nel programma diagnostico uno speciale esame del sangue per parassiti, ELISA, PCR.

Reazione a catena della polimerasi, analisi PCR

Il metodo PCR, o reazione a catena del polimero, è considerato fondamentale nella diagnostica molecolare ed è uno dei più moderni e accurati per diagnosticare la presenza di parassiti nell'organismo.

  • Consiste nel rilevare tracce di DNA e RNA appartenenti a forme di vita parassitarie.
  • L'essenza della reazione della polimerasi è l'elaborazione del sangue in modo tale da copiare e moltiplicare DNA, RNA di organismi estranei ad una concentrazione che ne consenta la determinazione.

Analisi del sangue sierologico

Questa analisi utilizza il siero di sangue come fonte di informazioni.

  • Le risposte immunogeniche degli anticorpi agli antigeni parassiti sono in fase di studio.
  • L'analisi consente di identificare un gran numero di forme parassitarie, ma non consente di determinare lo stadio di invasione.
  • Come il metodo ELISA, l'analisi sierologica è indiretta per la diagnosi.
  • Se i valori OPD sono alti, si consiglia di superare anche un'analisi delle feci.

Diagnostica con il metodo di emoscopia del sangue

Durante l'emoscansione per i parassiti, una goccia di sangue "vivo" del paziente viene esaminata con dispositivi ottici, in cui, oltre alle uova dei vermi, si possono determinare le loro larve e funghi.

Come fare un esame del sangue per i parassiti

Prelievo di sangue dalla vena ulnare

La donazione di sangue per la presenza di parassiti viene effettuata in un laboratorio specializzato. Il sangue per l'analisi viene prelevato dalla vena cubitale in una quantità di 3-5 ml e posto in una provetta sterile asciutta. Prima di fare il test, si consiglia:

  1. non mangiare per 8 ore;
  2. la sera rinuncia a cibi grassi e latte;
  3. non assumere alcol e bevande gassate;
  4. evitare attività fisica non necessaria, fisioterapia, radiazioni a raggi X;
  5. rifiutare di prendere farmaci.
  6. Bere molti liquidi è incoraggiato.
  7. Le condizioni per la donazione del sangue per la PCR sono meno rigorose, perchéil grado di sazietà non influisce sulla presenza del DNA del parassita.

Termini di analisi

  • I risultati dell'ELISA e dei test sierologici vengono emessi entro una settimana.
  • Un paio d'ore sono sufficienti per l'analisi del sangue mediante PCR e l'emoscansione.
  • Con il risultato dell'analisi, dovresti assolutamente consultare un medico.